fbpx

È istituita, presso il Comitato Olimpico Nazionale Italiano. La Commissione Scientifica Antidoping in posizione di piena autonomia e composta da un Presidente, da un massimo di 12 membri, scelti tra esponenti di diverse discipline scientifiche e da due Atleti di entrambi i sessi. Un Ufficio di Segreteria assicurerà il funzionamento della Commissione.

La Commissione Scientifica Antidoping svolge le seguenti funzioni:

fa e fa fare, commissionandola, ricerca scientifica negli ambiti e nei campi ove siano richiesti approfondimenti e nuovi elementi di conoscenza. La Commissione definisce i protocolli di ricerca, individua le modalità operative, valuta i progetti e formula le relative proposte di finanziamento. Essa provvede, inoltre, a diffondere i risultati più utili e più interessanti;

fa affermazioni e dichiarazioni di principio che inoltra al Presidente del C.O.N.I. ed alla Giunta Nazionale del C.O.N.I., sulla base sia dei dati già acquisiti dalla comunità scientifica, sia di quelli derivanti da nuove acquisizioni della ricerca scientifica;

svolge attività educativo – didattica, producendo testi e documenti a carattere scientifico, con l’obiettivo di informare e di formare i destinatari degli stessi, interni ed esterni al mondo sportivo;

assume le funzioni di Autorità medica competente e disciplinare ed a concedere deroghe di cui all’art. 1, comma 4 della Legge n° 376 del 14 dicembre 2000, su richiesta documentata e giustificata avanzata per il tramite della Commissione Federale Antidoping;

agisce da osservatorio della ricerca e della letteratura mondiale antidoping, con lo scopo specifico d’informarsi dettagliatamente su quanto accade, nel mondo, a proposito del doping nello sport e delle iniziative intraprese a tutela della salute degli Atleti;

svolge azione di supporto, di consulenza, di garante e di controllo, in tutti i casi in cui il C.O.N.I. intraprende iniziative ricollegabili alla ricerca scientifica e, perciò, bisognose di un’autorità con specifica competenza in materia di lotta al doping e di tutela della salute degli Atleti;

sviluppa, nel quadro degli accordi tra il C.O.N.I. ed il Ministero della Sanità ed in special modo con il Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmaco Vigilanza, nell’ottica di un’azione coordinata e congiunta contro il doping e l’abuso, in genere, dei farmaci nello Sport;

propone alla Giunta Nazionale del C.O.N.I., curandone l’attuazione, anche in collaborazione con altre Istituzioni ed altri qualificati partner, italiani e stranieri, campagne di prevenzione e di sensibilizzazione, relativamente all’uso ed all’abuso dei farmaci nello Sport ed alla tutela della salute degli Atleti;

esprime i pareri su questioni scientifiche inerenti alla materia del doping ad istanze degli Organi del C.O.N.I. delle Federazioni Sportive Nazionali e Discipline Associate.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image