fbpx

 In un caso di doping, le sanzioni per coloro che ne sono per la prima volta responsabili sono le seguenti: 

Qualora la sostanza vietata di cui si è fatto uso di efedrina, fenilpropanolamina, pseudo efedrina, caffeina, stricnina o sostanze affini per struttura chimica alle suddette:

a.1) un richiamo;

a.2) un divieto a partecipare ad una o più manifestazioni sportive a qualsiasi titolo;

a.3) una multa fino ad un importo massimo di 100.000 EURO;

a.4) la sospensione da qualsiasi gara e/o da qualsiasi attività sportiva per un periodo da uno a sei mesi.

Qualora la sostanza vietata utilizzata sia diversa rispetto a quelle elencate al precedente paragrafo a):

b.1) un divieto a partecipare ad una o più manifestazioni sportive a qualsiasi titolo;

b.2) una multa fino ad un importo massimo di 100.000 EURO;

b.3) sospensione da qualsiasi gara e/o da qualsiasi attività sportiva per un periodo minimo di due anni. Tuttavia, in base a circostanze specifiche, eccezionali, la cui determinazione spetta in prima istanza alla Commissione Nazionale Giudicante della LEGA Biliardo, può essere prevista eventuale modifica alla sanzione di due anni.

 In caso di doping internazionale le sanzioni sono le seguenti:

qualora la sostanza vietata di cui si è fatto uso in efedrina, fenilpropanolamina, pseudo efedrina, caffeina, stricnina o sostanze affini per struttura chimica alle suddette:

a.1) un divieto a partecipare ad una o più manifestazioni sportive in qualsiasi veste;

a.2) una multa fino ad un importo massimo di 100.000 EURO;

a.3) sospensione da qualsiasi gara e/o da qualsiasi attività sportiva per un periodo da due a otto anni.

Qualora la sostanza vietata sia diversa rispetto a quelle elencate al precedente paragrafo a) oppure si tratti di una reiterazione del medesimo comportamento (per reiterazione s’intende un ulteriore fatto di doping commesso entro un periodo di dieci anni successivi al momento in cui la sanzione precedente, in qualsiasi forma e per qualsiasi motivo, è diventata definitiva):

b.1) sospensione a vita a partecipare a qualsiasi manifestazione sportiva in qualsiasi veste;

b.2) una multa fino ad un importo massimo di 100.000 EURO;

b.3) la sospensione da qualsiasi gara e/o da qualsiasi attività sportiva per un periodo di quattro anni alla sospensione a vita.

Eventuali casi di doping durante una gara determinano automaticamente l’annullamento del risultato riportato dal singolo Atleta (con tutte le conseguenze del caso, inclusa la rinunzia ad eventuali medaglie, premi o rimborsi spese), senza alcuna implicazione sul risultato della società di appartenenza, fermo restando il disposto di cui al punto 4 del presente articolo.

Nelle manifestazioni che si svolgono sotto l’egida della LEGA Biliardo, inoltre, in caso di positività al controllo antidoping di un Atleta, ovvero di rifiuto di presentarsi al controllo è prevista la squalifica immediata dalla competizione e la sanzione per la squadra di appartenenza della perdita dell’incontro.

La sanzione per un fatto di doping commesso da un Atleta e rilevato in occasione di un controllo fuori gara dovrà essere analoga a quelle previste nei punti 1 e 2 del presente articolo.

Le sanzioni per il traffico di sostanze vietate sono le seguenti:

in caso di traffico di sostanze vietate, la sanzione prevista è la sospensione a vita dalla partecipazione a qualsiasi organizzazione, ente, attività o manifestazione sportiva a qualsiasi titolo. Qualsiasi tentativo di realizzare un traffico di sostanze vietate sarà perseguito secondo le medesime modalità previste per il compimento del predetto comportamento.

Per le persone dichiarate responsabili di traffico di sostanze vietate, l’ignoranza della natura o della composizione delle sostanze medesime oppure della natura o degli effetti dei metodi in questione, non costituisce circostanza attenuante oppure motivo di esonero dalla sanzione.

Le sanzioni stabilite nel presente Regolamento possono essere applicate cumulativamente nella misura in cui siano compatibili possono essere accompagnate da misure che impongono controlli con cadenza regolare oppure senza preavviso, per un determinato periodo di tempo, dell’Atleta che si è reso responsabile del fatto di doping. In linea di principio una multa non dovrebbe mai sostituire una misura sospensiva ma dovrebbe integrare tale sanzione.

Il doping intenzionale può essere dimostrato in qualsiasi modo, ivi inclusa, la presunzione.

Le prove acquisite in base ai profili metabolici e/o alle rivelazioni del rapporto isotopico possono essere utilizzate per trarre delle conclusioni definitive per quanto attiene l’uso di steroidi anabolizzanti androgeni.

Una concentrazione di epitestosterone nelle urine superiore a 200 nano grammi per millilitro sarà oggetto di ulteriori accertamenti approfonditi secondo quanto previsto dalle liste delle sostanze e dei metodi vietati vigenti per il testosterone.

La buona riuscita oppure il fallimento nell’uso di una sostanza vietata o di un metodo vietato non è significativo. È sufficiente il ricorso oppure il tentativo di ricorrere alla sostanza o al metodo vietato per ritenere compiuto il fatto di doping.

Nel caso in cui siano riscontrati:

l’uso di agente mascherante;

una manovra o manipolazione che possa impedire o falsare qualsiasi controllo di cui al presente Regolamento;

il rifiuto di sottoporsi a qualsiasi controllo di cui al presente Regolamento;

un caso di doping la cui responsabilità sia imputabile ad un Dirigente oppure all’entourage dell’Atleta;

una complicità oppure una forma di coinvolgimento in un’azione di doping da parte di coloro che esercitano una professione medica, farmaceutica o connessa;

il possesso o la detenzione senza giustificato motivo delle sostanze vietate dal presente Regolamento.

Ai responsabili dei comportamenti indicati al comma precedente sono applicate alternativamente o cumulativamente le sanzioni di cui al precedente punto 2, lettera a).

In caso di reiterazione (per reiterazione s’intende un ulteriore fatto di doping commesso entro un periodo di tempo di dieci anni successivi al momento in cui la sanzione precedente, in qualsiasi forma e per qualsiasi motivo, è diventata definitiva) si applicano le sanzioni di cui al punto 2, lettera b).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image