fbpx

I risultati positivi e negativi delle analisi sono comunicati dalla FMSI all’U.C.A.A.

L’accertamento della identità dell’Atleta risultato positivo avviene presso l’U.C.A.A. mediante il confronto contestuale tra la comunicazione dell’esito di positività, emessa dal Laboratorio Antidoping recante il codice alfanumerico od a barre del campione, il verbale del prelievo antidoping in possesso dell’U.C.A.A. ed il verbale del prelievo antidoping in possesso della LEGA Biliardo. Ai fini dell’identificazione dell’Atleta i funzionari dell’U.C.A.A. e della LEGA Biliardo debbono presentare le buste chiuse che verranno aperte per la circostanza.

Una volta determinata l’identità dell’Atleta, l’U.C.A.A. provvede con la massima tempestività a darne comunicazione al Presidente della LEGA Biliardo, all’Atleta ed alla società sportiva di appartenenza (a mezzo telegramma, fax e Raccomandata o altro mezzo di trasmissione opportuno e concordato con la LEGA Biliardo medesima), e all’Ufficio della Procura Antidoping nonché alla Commissione Antidoping per i controlli da essa disposti. La LEGA Biliardo verifica in ogni caso l’avvenuta ricezione della notifica destinata all’Atleta o ne cura il perfezionamento.

Nel caso in cui l’accertata configuri responsabilità a carico della società di appartenenza, come previsto al successivo articolo 14, comma 6 del presente Regolamento o per effetto di altra specifica normativa Nazionale, l’Autorità competente dovrà darne immediata comunicazione all’U.C.A.A., perché consenta alla società di appartenenza di esercitare il diritto di cui al successivo comma.

L’analisi di revisione viene effettuata dal Laboratorio di Analisi Antidoping su richiesta dell’Atleta interessato trasmessa all’U.C.A.A. entro dieci giorni dalla data di comunicazione della positività. L’U.C.A.A. concorda con la FMSI la data di effettuazione delle contro analisi dandone comunicazione all’Atleta con un preavviso di almeno sette giorni. La data fissata per l’analisi di revisione è comunicata dall’U.C.A.A. al Presidente della LEGA Biliardo, all’Atleta riscontrato non negativo ed alla società di appartenenza (a mezzo telegramma, fax e Raccomandata, o altro mezzo di trasmissione opportuno e concordato con la LEGA Biliardo medesima). Alle analisi di revisione, fin dalla fase di apertura del campione B può assistere l’Atleta interessato oppure un suo rappresentante, appositamente delegato dall’Atleta stesso o dalla società di appartenenza con lettera a mezzo fax che pervenga all’U.C.A.A. entro e non oltre le 24 ore precedenti la data stabilita per le operazioni di contro analisi. L’Atleta od il rappresentante delegato può essere assistito da un perito, il cui nominativo e la cui qualifica devono essere notificati nel termine precedentemente indicato. La società di appartenenza potrà richiedere l’effettuazione delle contro analisi e/o essere rappresentata e farsi assistere da un perito secondo le modalità sopra indicate, solo nel caso in cui sia stata formalizzata azione di responsabilità nei suoi confronti in relazione al medesimo caso di positività. Il Laboratorio non consentirà l’accesso nei propri locali a persone non preventivamente accreditate dall’U.C.A.A.

All’apertura dei campioni relativi all’analisi di revisione possono altresì assistere un Rappresentante della LEGA Biliardo ed un funzionario delegato dall’U.C.A.A. Qualora, a seguito delle analisi di revisione, venga confermato l’esito di positività, l’U.C.A.A. dopo aver ricevuto la comunicazione ufficiale da parte della FMSI, provvede a darne comunicazione al Presidente della LEGA Biliardo, all’Atleta risultato positivo ed alla società di appartenenza (a mezzo telegramma, fax e Raccomandata od altro mezzo di trasmissione opportuno e concordato con la LEGA Biliardo medesima), nonché alla Commissione Antidoping per i controlli da essa disposti. L’U.C.A.A. provvede inoltre a trasmettere tempestivamente gli atti, per gli adempimenti di competenza, all’Ufficio di Procura Antidoping.

Qualora l’analisi di revisione fornisca esito negativo, l’U.C.A.A. provvederà a darne notifica ai soggetti indicati nel comma precedente con le stesse modalità.

I risultati dell’analisi di revisione sono inappellabili.

L’Atleta positivo alle prime analisi deve essere immediatamente sospeso in via cautelare con provvedimento della Commissione Nazionale Giudicante della LEGA Biliardo al quale l’Atleta potrà essere eventualmente deferito. L’Atleta sospeso non potrà svolgere attività sportiva in attesa della decisione dell’organo giudicante, decisione che dovrà essere emessa entro e non oltre 60 (sessanta) giorni a far tempo dalla data di deferimento. Il periodo di sospensione cautelare già scontato dall’Atleta si sottrae dalla sanzione eventualmente irrogata dall’organo giurisdizionale.

La FMSI, nel rispetto delle norme vigenti, dà tempestiva comunicazione dell’esito positivo delle analisi direttamente al C.I.O. ed alla LEGA Biliardo.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image