fbpx

 Il doping contravviene ai principi etici dello Sport e della medicina. Per doping s’intende:

la somministrazione, l’assunzione e l’uso di sostanze appartenenti alle classi proibite di agenti farmacologici e l’impiego di metodi proibiti da parte di Atleti e di soggetti dell’ordinamento sportivo;

il ricorso a sostanze o metodologie potenzialmente pericolose per la salute dell’Atleta, o in grado di alterare artificiosamente le prestazioni agonistiche;

la presenza nell’organismo dell’Atleta di sostanze proibite o l’accertamento del ricorso a metodologie non consentite facendo riferimento all’elenco emanato dal C.I.O. ed ai successivi aggiornamenti.

Il doping è contrario ai principi di lealtà e correttezza nelle competizioni sportive, ai valori culturali dello Sport, alla sua funzione di valorizzazione delle naturali potenzialità fisiche e delle qualità morali degli Atleti.

È altresì vietato raccomandare, proporre, autorizzare, permettere oppure tollerare l’uso di qualsiasi sostanza o metodo che rientri nella definizione di doping allo stesso modo del traffico di tali sostanze.

L’accertamento di un fatto di doping, l’acquisizione di una notizia relativa ad un fatto di doping o alla violazione della Legge n° 376 del 14 dicembre 2000, comporta l’attivazione di un procedimento disciplinare e l’applicazione delle sanzioni stabilite dal C.O.N.I. e della LEGA Biliardo.

L’elenco formulato dal C.I.O. di cui al precedente comma 1 lettera c), relativo alle “Classi di sostanze vietate e dei metodi proibiti” viene recepito dalla Giunta Nazionale del C.O.N.I. e della LEGA Biliardo ed entra in vigore nella data stabilita dal C.I.O. La LEGA Biliardo provvederà agli atti necessari per darne la massima divulgazione presso le A.S.D. Affiliate.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image